top of page
Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • Immagine del redattoreZERODUE

PIANO TRANSIZIONE 4.0: CHIARITA LA PROCEDURA PER COMPENSARE I CREDITI D'IMPOSTA

Con la pubblicazione del DL n. 39 dello scorso 29 marzo il Governo ha introdotto nuovi oneri a carico delle imprese che aspirano a beneficiare delle misure del Piano Transizione 4.0, in particolare del Credito d'imposta per i Beni Strumentali e del Credito d'imposta sulla Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design (qui la news per un approfondimento), introducendo l'obbligo di comunicare ex ante gli importi dei crediti, anche per gli investimenti già in essere.


L’entrata in vigore del decreto e dei nuovi obblighi è stata fissata a decorrere dal 30 marzo 2024, tuttavia non erano ancora stati resi noti i termini e le modalità delle suddette comunicazioni.


A partire dal 29 aprile 2024, è possibile procedere con la compilazione dei modelli di comunicazione a compensazione dei crediti d'imposta per gli investimenti del piano Transizione 4.0

.

Nello specifico, il MIMIT ha approvato due diversi modelli di comunicazione dei dati e di altre informazioni da fornire, rispettivamente per:


  • gli investimenti in beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese (Modulo 1);

  • gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica (Modulo 2).


Una volta completata la compilazione ciascun file in formato PDF dovrà essere firmato digitalmente attraverso un certificato di firma elettronica qualificata in corso di validità rilasciato da una Certification Authority e trasmesso singolarmente tramite PEC all''indirizzo di posta transizione4@pec.gse.it.


Il file pdf non dovrà in nessun caso essere stampato e firmato con firma olografa: i PDF da allegare alla PEC non dovranno quindi essere salvati come immagini o originati dalla scansione di pagine ma solo dal salvataggio del file PDF debitamente compilato.


Ricapitolando, per gli investimenti effettuati nel 2023, relativamente al Credito d'imposta sui Beni Strumentali, la compensazione dei crediti maturati a decorrere dal 30 marzo 2024 (e non ancora fruiti) è subordinata alla comunicazione da effettuare via PEC utilizzando il modello editabile proposto. Per quanto riguarda invece gli investimenti effettuati dal 1° gennaio 2024 fino al 29 marzo 2024 andrà inoltrata la comunicazione di completamento degli investimenti con le medesime modalità. Infine per gli investimenti effettuati a decorrere dal 30 marzo 2024 le imprese saranno tenute a comunicare preventivamente l'ammontare complessivo degli investimenti che si intendono effettuare, la presunta ripartizione negli anni del credito e la relativa fruizione, con un aggiornamento della comunicazione al completamento degli investimenti.


Per quanto riguarda invece il Credito d'imposta in Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design, per gli investimenti effettuati dal 1° gennaio 2024 al 29 marzo 2024 andrà inoltrata, per via telematica, la comunicazione di completamento degli investimenti mentre per gli investimenti effettuati a partire dal 30 marzo 2024 le imprese che intenderanno fruire dei crediti d'imposta saranno tenute a comunicare preventivamente l'ammontare complessivo degli investimenti che si intendono effettuare, la presunta ripartizione negli anni del credito e la relativa fruizione. Anche in questo caso la comunicazione andrà aggiornata al completamento degli investimenti.



33 visualizzazioni0 commenti

Opmerkingen


ZERODUE 2020 HD v0.2.png
  • Rss Icon_Red
  • Facebook Icon Dark
  • Linkedin Icon Dark
bottom of page