top of page
Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • Immagine del redattoreZERODUE

REGIONE TOSCANA - RICERCA E SVILUPPO: PROMOSSI DUE BANDI SPECIFICI, ANCHE PER RAGGRUPPAMENTI DI IMPRESE

Regione Toscana, grazie ai fondi comunitari PR FESR 2021-2027, promuove due nuove misure per sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e innovazione del sistema produttivo regionale e l'introduzione di tecnologie avanzate, mediante il sostegno agli investimenti in ricerca e sviluppo delle imprese toscane.


La prima misura "Progetti strategici di ricerca e sviluppo" si rivolge alle grandi imprese che svilupperanno progetti in collaborazione con micro, piccole e medie imprese e prevede agevolazioni in conto capitale dirette a coprire una percentuale delle spese sostenute dalle imprese (dal 25% al 45% in relazione alle dimensioni dell'impresa) e, facoltativamente, a permettere un abbattimento degli interessi (riservato alle MPMI e con un massimale del 10%).


La dotazione finanziaria complessivamente messa a disposizione è pari a 30 milioni di euro per la sovvenzione diretta e 7,5 milioni di euro per la sovvenzione sugli interessi.


Come anticipato, potranno presentare domanda le grandi imprese in cooperazione con almeno tre micro, piccole e medie imprese associate nelle seguenti forme:

  • ATS (Associazione Temporanea di Scopo);

  • RTI (Raggruppamento Temporaneo di Imprese);

  • Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto).

L’accesso al bando è esteso anche ai professionisti in quanto equiparati alle imprese come esercenti attività economica e potranno partecipare come partner anche gli organismi di ricerca.


I progetti presentati dovranno avere una durata di 21 mesi, più un'eventuale proroga di 3 mesi, e prevedere un investimento minimo di 1,5 milioni di euro e massimo di 3 milioni euro. E' prevista inoltre una riserva pari a 2,1 milioni di euro destinata alle imprese operative ubicate in "Aree interne" e pari al 50% della dotazione complessiva per imprese site in "Aree costiere".


La seconda misura "Progetti di ricerca e sviluppo delle MPMI e Midcap" si rivolge direttamente alle micro, piccole e medie imprese (oltre alle MidCap) singole o in cooperazione tra loro (almeno 3 MPMI più eventuali MidCap, associate seguendo il medesimo l'elenco della prima misura), con accesso esteso anche ai professionisti e agli organismi di ricerca.


Anche in questo caso l'agevolazione si configura sotto forma di contributo in conto capitale, diretto a coprire una percentuale delle spese sostenute dalle imprese e, facoltativamente, in conto capitale per l'abbattimento degli interessi. Le aliquote ricalcano quelle della prima misura.


I progetti presentati dovranno avere una durata di 15 mesi, più un'eventuale proroga di 3 mesi, e prevedere un investimento minimo di 250.000 euro e massimo pari a 1,5 milioni di euro.


Le spese potranno fare riferimento a voci quali: attrezzature, competenze tecniche e dei brevetti, personale, fabbricati e terreni, spese generali (nel limite del 15% delle spese di personale ammissibili) e di esercizio (nel limite del 15% del costo totale del progetto).


Le domande potranno essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso l'apposito portale messo a disposizione dall'Ente, fino alle ore 16:00 del 22 marzo 2024.


Per la seconda misura saranno disponibili 70 milioni di euro relativi alla sovvenzione diretta e 17,5 milioni di euro per sovvenzionare gli interessi. Anche in questo caso è prevista una riserva pari a 4,9 milioni di euro destinata alle imprese operative ubicate in "Aree interne" e pari al 50% della dotazione complessiva per imprese site in "Aree costiere".



14 visualizzazioni0 commenti

Kommentare


ZERODUE 2020 HD v0.2.png
  • Rss Icon_Red
  • Facebook Icon Dark
  • Linkedin Icon Dark
bottom of page