top of page
Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • Immagine del redattoreZERODUE

BANDO "CALL FOR SOLUTIONS 2023" - SOLUZIONI PER MIGLIORARE LA MOBILITA' IN BICICLETTA

Da ormai un paio di anni a questa parte, la Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi è impegnata in un piano di azioni coordinate di supporto al sistema della bicicletta, settore in forte crescita e capace di generare ricadute positive su tutto il territorio.


La misura "Call for Solutions 2023 - Soluzioni per migliorare la mobilità in bicicletta" intende sostenere percorsi di ricerca, crescita e sviluppo nella bikeconomy. In particolare, la nuova misura è finalizzata a intercettare soluzioni nel campo della sicurezza, le cui problematiche necessitano di più urgente risposta nell'ottica dello sviluppo del settore.


Il bando è volto a sostenere le micro, piccole e medie imprese attraverso contributi per la realizzazione, il test e la diffusione di soluzioni innovative che offrano risposte concrete alla problematica della sicurezza dei mezzi, dei ciclisti, dei pedoni e delle infrastrutture.


Le risorse finanziarie complessivamente messe a disposizione ammontano a 500.000 euro, inoltre la Camera di Commercio si riserva la facoltà di riaprire i termini di scadenza in caso di mancato esaurimento delle risorse disponibili e di rifinanziare il bando con ulteriori stanziamenti tramite appositi provvedimenti e di procedere al trasferimento di eventuali risorse non utilizzate da altri bandi rientranti nelle medesime casistiche.


Come anticipato, i soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici che presentino progetti in forma singola o aggregata (almeno due imprese). Le imprese dovranno avere sede legale e/o operativa inscritta ed attiva al Registro delle Imprese nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi dal momento dell'erogazione del contributo e per almeno i tre anni successivi, inoltre, le imprese che siano risultate beneficiarie di contributi a valere sulla precedente versione del bando, potranno presentare domanda esclusivamente qualora, al momento della presentazione, abbiano già concluso con successo e presentato la rendicontazione del progetto ammesso al contributo della "Call for Solutions 2022".


L'agevolazione si configura nell'erogazione di un contributo a fondo perduto con le seguenti modalità:

  • Impresa singola: 50% delle spese ammissibili; investimento minimo 20.000 euro; contributo massimo 70.000 euro;

  • Aggregazione di imprese: 60% delle spese ammissibili; investimento minimo 20.000 euro; contributo massimo 120.000 euro.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda valida di contributo (o fare parte di una singola aggregazione beneficiaria), inoltre, potranno beneficiare di una premialità aggiuntiva, nella misura massima del 15% dell'importo del contributo concesso le startup innovative e le PMI innovative che partecipano al bando, sia in forma singola che aggregata.


le imprese, in particolare le startup, partecipanti al bando, avranno la possibilità di usufruire di assistenze specialistiche. A seconda dei progetti presentati potranno inoltre usufruire di percorsi di formazione/accelerazione dedicati ed eventi di networking con altre startup e/o investitori.


Il bando intende sostenere le MPMI attraverso contributi finalizzati a cofinanziare soluzioni innovative rientranti nelle seguenti casistiche:

  • Sicurezza dei mezzi: soluzioni per ridurre il rischio di furto delle biciclette e cargo-bike, sia muscolari che elettriche;

  • Sicurezza dei ciclisti: soluzioni per ridurre il rischio di incidentalità per i ciclisti;

  • Sicurezza dei pedoni: soluzioni per ridurre il rischio di incidentalità tra biciclette e pedoni;

  • Sicurezza delle infrastrutture: soluzioni per incrementare il livello di sicurezza delle infrastrutture ciclabili.

A titolo esemplificativo i progetti potranno riguardare la realizzazione, i test e la diffusione di:

  • dispositivi di moderazione del traffico e della velocità;

  • sistemi di tracciabilità con tecnologia blockchain, GPS, IoT;

  • sistemi di rilevamento della sicurezza delle infrastrutture ciclabili, degli attraversamenti e delle intersezioni attraverso il monitoraggio del livello di incidentalità degli stessi;

  • sperimentazione di progetti volti a ridurre i rischi attraverso l’uso della connettività 5G (allarmistica per la riduzione dei rischi di impatto, reti di ricarica elettrica per bici a pedalata assistita, ecc.);

  • soluzioni tecniche che presentino i minori rischi e i più elevati livelli di sicurezza, sia per i pedoni che per i ciclisti, e siano contestualmente in grado di far percepire il percorso sicuro, sia a livello reale che percepito;

  • sistemi di identificazione delle biciclette (es. marcatura);

  • soluzioni per il parcheggio in sicurezza delle biciclette;

  • soluzioni per la manutenzione e/o realizzazione di infrastrutture ciclabili (es. vernici antiscivolo per piste ciclabili).

Saranno considerate ammissibili le spese relative a:

  • beni e servizi strumentali alla realizzazione del progetto, tra cui investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici per utilizzo attinente alla progettualità presentata. Sono ammissibili in questa voce di spesa anche le spese per contratti (a canone) di leasing;

  • servizi di ricerca e sviluppo, servizi analitici, spese per l’accesso a laboratori di enti di ricerca;

  • servizi e tecnologie per lo sviluppo/upgrade di software/hardware e prodotti relativi al progetto;

  • spese per la tutela della proprietà industriale dell’innovazione (in particolare attraverso il brevetto per invenzione e il brevetto per modello di utilità);

  • spese del personale dell’azienda solo se espressamente dedicato al progetto (a forfait, fino a un massimo del 30% della somma delle voci di spesa dalla a. alla e.);

  • servizi di consulenza necessari alla diffusione e marketing o allo sviluppo delle soluzioni, spese per lavoratori autonomi/professionisti con partita iva (fino a un massimo del 30% della somma delle varie voci di spesa). Sono ammissibili in questa voce anche le spese per iniziative di comunicazione e pubblicità che abbiano come oggetto le soluzioni sviluppate.

Nel primo punto potranno essere incluse anche le spese per l'acquisto di eventuali biciclette o e-bike, purché siano direttamente funzionali alla realizzazione del progetto e quest'ultimo rispetti i requisiti previsti.


Tutte le spese devono essere fatturate e interamente quietanzate a partire dal 3 luglio 2023, data di approvazione del bando, e fino al 20 settembre 2024, salvo richiesta di proroga (per ragionevoli motivazioni) che estende la tempistica fino al 31 gennaio 2025.


Le spese ammissibili non potranno in nessun caso essere riferite all’acquisto di macchinari, strumenti ed attrezzature usate.


Le richieste di contributo potranno essere presentate, esclusivamente per via telematica attraverso l'apposito portale messo a disposizione dall'Ente, a partire dal giorno 27 luglio 2023 fino alle ore 23:59 del giorno 16 ottobre 2023 e l'assegnazione del contributo avverrà attraverso procedura a valutazione tecnica ed amministrativa, da concludersi entro 60 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione della domanda. Il punteggio minimo per essere ammessi alla graduatoria è pari a 65/100, al netto delle premialità.


Le agevolazioni previste sono concesse alle imprese beneficiarie nei limiti dl regolamento "de minimis".



21 visualizzazioni

Comments


ZERODUE 2020 HD v0.2.png
  • Rss Icon_Red
  • Facebook Icon Dark
  • Linkedin Icon Dark
bottom of page