Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • ZERODUE

STARTUP PER MILANO 2020

Aggiornato il: 6 dic 2020

Per contribuire alla realizzazione di una strategia di adattamento e ripartenza della Città di Milano durante la cosiddetta Fase 2 dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, l'Amministrazione intende puntare sul contributo delle startup innovative per avviare un nuovo ciclo di innovazione ed opportunità in un'ottica di ripensamento delle modalità organizzative dei servizi e di rottura degli schemi consolidati.


Su queste premesse il Comune di Milano intende avviare un'iniziativa coerente e sinergica rispetto agli incentivi ed agli strumenti di livello regionale e nazionale, con l'obiettivo di migliorare le possibilità di crescita delle startup locali, valorizzandone a spinta innovativa ed avviare o consolidare modelli di business solidi e scalabili capaci di contribuire alla ripresa di Milano e in altri contesti urbani.


La misura è rivolta alle startup innovative (comprese quelle a vocazione sociale) già costituite ed agli aspiranti imprenditori, ossia persone fisiche singole o in gruppo che, in caso di valutazione positiva della proposta progettuale si impegnino a costituire e registrare una nuova startup innovativa (anche a vocazione sociale) con sede operativa a Milano entro 90 giorni solari dalla determinazione di approvazione della graduatoria dei beneficiari.

Ogni startup innovativa potrà presentare una sola candidatura mentre le persone fisiche potranno essere presenti in una sola candidatura in qualità di aspirante imprenditore o componente di un team.


I progetti potranno riguardare ogni ambito della vita sociale, economica e culturale della città, direttamente o indirettamente connessi alla realizzazione della strategia di adattamento "Milano 2020". Particolare attenzione verrà riservata alle proposte riguardanti i servizi alla salute sul territorio, i servizi digitali per cittadini ed imprese e i sistemi di logistica per la distribuzione delle merci.


I progetti dovranno svilupparsi all'interno del territorio comunale meneghino e dovranno concludersi entro 18 mesi dalla determinazione definitiva di concessione del contributo correlata alla sottoscrizione dell'atto di "accettazione e impegno".


L'importo complessivo stanziato per i contributi è pari a 1.000.000 di euro e l'agevolazione verrà erogata nei limiti previsti dal regolamento UE sugli aiuti de minimis.


Il Comune di Milano sosterrà progetti imprenditoriali del valore massimo di 50.000 euro con un'intensità di aiuto pari all'80% del costo di progetto e quindi fino ad un massimo di 40.000 euro di contributi a fondo perduto. Per progetti di importo superiore a 50.000 euro il finanziamento massimo rimarrà pari a 40.000 euro.


Nel caso in cui le startup costituitesi in seguito all’esito positivo della selezione vogliano di avvalersi di servizi di Ricerca e Sviluppo della quota fissa di 10.000 euro, da acquisire esclusivamente presso uno degli incubatori certificati dal Ministero per lo Sviluppo Economico con sede a Milano, il valore massimo finanziabile del progetto potrà aumentare fino a 62.500 euro, con un’intensità di aiuto pari all’80% del costo di progetto e quindi fino ad un massimo di 50.000 euro di contributi a fondo perduto.


Il contributo complessivo a copertura delle sole spese di investimento sarà quindi pari ad un massimo di 40.000 euro per le start up già costituite e ad un massimo di 50.000 euro per gli aspiranti imprenditori. Dette spese dovranno essere strettamente necessarie alla realizzazione dei progetti approvati e funzionali al conseguimento dei risultati previsti.


La quota di co-finanziamento dell’impresa beneficiaria potrà essere impiegata per ogni tipo di spesa (sia per investimenti che per la gestione dell’attività) purché pertinenti, documentate e imputabili al progetto. Il contributo comunale potrà essere utilizzato per coprire solo le spese di investimento. Gli interventi strettamente inerenti agli spazi fisici, quali ad esempio opere edili o acquisto macchinari, dovranno essere realizzati o localizzati unicamente presso la sede operativa dell’impresa beneficiaria (risultante da visura camerale) ed essere strettamente correlati alla realizzazione del progetto.


Per i progetti presentati da imprese già costituite, le spese potranno essere sostenute e quietanzate a partire dalla data di pubblicazione dell’Avviso ed entro la data di conclusione del progetto (18 mesi dalla determina definitiva di concessione del contributo correlata all’Atto di “Accettazione e impegno”), mentre per i progetti presentati da aspiranti imprenditori, le spese potranno essere sostenute e quietanzate a partire dalla data di costituzione dell’impresa ed entro la conclusione del progetto (18 mesi dalla determina definitiva di concessione del contributo correlata all’Atto di “Accettazione e impegno”).


Il contributo verrà concesso attraverso una procedura valutativa a punteggio che prevede un’istruttoria di ammissibilità formale da parte degli uffici e un’istruttoria tecnica da parte di una Commissione appositamente nominata. A questo proposito, il progetto verrà ammesso all’istruttoria tecnica solo in caso di esito positivo dell’istruttoria formale. Non verranno in nessun caso finanziati i progetti che avranno conseguito un punteggio complessivo inferiore a 70 punti su 100.


In caso di esito positivo, l'erogazione sarà disposta in tre tranches:

  • Una prima tranche fino al 20% del contributo massimo ricevibile verrà erogata entro 90 giorni dalla determinazione di concessione definitiva del contributo a copertura delle spese rendicontabili di pari importo, sostenute dal beneficiario a partire dalla data di pubblicazione dell'Avviso comunale (nel caso di start up già costituite) o dalla data di costituzione dell'impresa (nel caso di aspiranti imprenditori);

  • Una tranche intermedia fino al 50% del massimo contributo ricevibile verrà erogata entro 12 mesi dalla determinazione di concessione definitiva del contributo a copertura delle spese rendicontabili di pari importo, sostenute dal beneficiario a partire dal 1 gennaio 2021 (e comunque dalla data di costituzione dell’impresa per gli aspiranti imprenditori);

  • Il saldo a copertura dell’80% di tutte le spese rendicontabili di progetto, sostenute dal beneficiario entro e non oltre la data di conclusione del progetto, al netto dei contributi erogati nelle prime due tranche.

La candidatura andrà presentata esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC), previa compilazione (e sottoscrizione con firma digitale) dell'apposita documentazione pubblicata sul sito del Comune di Milano. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 10:00 del 1° dicembre 2020.









35 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
ZERODUE2020%20logo%20black%20cons_edited

NEWS

Feed.PNG
  • Facebook_ID_dgrey
  • Linkedin_ID_dgrey