Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • ZERODUE

REGIONE PIEMONTE - CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA CAPITALIZZAZIONE DELLE PMI PER EMERGENZA COVID-19

La Regione Piemonte, nel quadro di azioni a supporto delle MPMI impegnate a rilanciare la propria attività a seguito delle difficoltà economiche e finanziarie generate dalla pandemia, ha recentemente promosso un Bando al fine di erogare contributi a fondo perduto per le imprese che effettuino un'operazione di aumento di capitale, sottoscritta da parte di uno o più soci (o investitori terzi) e finalizzata a consentire la prosecuzione ed il rilancio dell'attività d'impresa attraverso programmi di investimento, sviluppo e consolidamento.


La misura agisce in sinergia con gli interventi nel capitale da parte di investitori nuovi o preesistenti nella compagine sociale, siano essi persone fisiche, giuridiche oppure fondi di investimento. In tal senso le MPMI dovranno reperire risorse proprie nell'ambito di un'operazione di aumento di capitale funzionale al programma di investimento, sviluppo e consolidamento per un importo compreso tra 50.000 e 250.000 euro.


L'agevolazione è rivolta alle MPMI costituite come società di capitali, iscritte al Registro imprese e costituite da almeno un anno, con almeno un bilancio chiuso ed approvato e sede operativa in Piemonte, che posseggano un codice ATECO primario (o prevalente) incluso tra i seguenti:

  • C - Attività manifatturiere (codici da 10 a 33.20.09) esclusi i codici 10.2 e 25.4 e con limitazioni per quanto riguarda le attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;

  • F - Costruzioni (codici da 41 a 43.99.09;

  • J - Servizi di informazione comunicazione (codici da 58 a 63.99.00) eccetto il codice 62.

La dotazione della misura è pari ad 1 milione di euro.


Per essere ammissibile a ricevere il contributo, l'operazione di aumento di capitale dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • Essere già deliberata alla data di presentazione della domanda ma successiva alla data di approvazione del D.G.R. 75-2630 del 18 dicembre 2020;

  • Essere compresa tra 50.000 e 250.000 euro;

  • Avvenire tramite versamenti in conto aumento di capitale;

  • I versamenti dovranno essere in denaro e non potranno essere rimborsati ai soci (a nessun titolo) per tutto il periodo a cui si riferisce il progetto di investimento;

  • La sottoscrizione e il relativo versamento integrale della quota (incluso l'eventuale sovrapprezzo azioni) dovranno essere effettuati entro 30 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di approvazione dell'agevolazione.

Non sono invece ammissibili operazioni di aumento di capitale che derivino da trasformazioni di finanziamento soci, riclassificazione di riserve ed operazioni equiparabili.


L’operazione può essere destinata parzialmente a coprire le perdite di bilancio, tuttavia tale quota non sarà considerata ai fini del rispetto del requisito di ammissibilità al Bando.


Come specificato in precedenza, il programma di investimento, sviluppo e consolidamento deve rispondere alla necessità di rilancio dell’attività conseguente alla situazione di emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 e consistere in investimenti organici e strutturali funzionali al business dell’impresa. Sono ammissibili investimenti in beni materiali ed immateriali, spese di pubblicità e marketing, spese di consulenza strategica e tecnica, funzionali ai seguenti interventi:

  • Ammodernamento e/o innovazione di processo o prodotto;

  • Riconversione della produzione industriale;

  • Diversificazione dell'attività core;

  • Azioni di riorganizzazione del lavoro;

  • Piani di internazionalizzazione, comunicazione e pubblicità.

Non risultano ammissibili investimenti con finalità finanziarie o speculative.


Il programma di investimento, sviluppo e consolidamento dovrà inoltre essere concluso entro 12 mesi a decorrere dalla data di erogazione dell'agevolazione, salvo proroga di massimo 6 mesi in casi eccezionali, debitamente motivati e documentati.


L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto di valore massimo pari a 62.500 euro calcolato come segue:

  • 30% per aumenti di capitale compresi tra 50.000 e 150.000 euro;

  • 25% per aumenti di capitale compresi tra 151.000 e 250.000 euro.

La domanda andrà presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale messo a disposizione da Regione Piemonte a partire dalle ore 9:00 del 29 marzo 2021 e fino alle ore 12:00 del 31 dicembre 2021 salvo esaurimento dei fondi.


Le domande verranno esaminate secondo l'ordine cronologico di presentazione ed i risultati saranno resi noti entro 90 giorni dalla presentazione della domanda stessa, salvo richiesta di integrazioni.


L'agevolazione può essere cumulata con altre nei limiti previsti dalla rispettiva normativa di riferimento, purché la somma delle agevolazioni ricevute non ecceda il valore dei documenti di spesa correlati all'investimento.


L'agevolazione può essere concessa ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013 "de minimis" oppure ai sensi del regime d'aiuto SA.57021 Covid-19 "Regime Quadro" a discrezione del richiedente.



13 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
ZERODUE2020%20logo%20black%20cons_edited

NEWS

Feed.PNG
  • Facebook_ID_dgrey
  • Linkedin_ID_dgrey
ZERODUE SRL  via Savona 94, 20144 Milano (MI) © 2021 -  Tutti i diritti sono riservati    |    P.IVA e C.F. :  09702050965    |        Informativa sulla Privacy    |    Cookie Policy

CONSULENZA D'IMPRESA

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon