Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • ZERODUE

REGIONE LOMBARDIA - BANDO CREDITO FUTURO 2022

Aggiornamento: 6 lug

Il Sistema camerale lombardo, nell'ambito del programma Azione 2022 dell'accordo per lo sviluppo economico e la competitività, promuove il nuovo "Bando Credito Futuro 2022", misura finalizzata a migliorare le condizioni di accesso al credito da parte delle micro, piccole e medie imprese regionali.


Potranno accedere ai contributi le MPMI iscritte ed attive al Registro delle Imprese, che abbiano la sede operativa in una delle provincie lombarde che finanziano il Bando (Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova, Milano, Monza Brianza e Lodi) e che non abbiano già ottenuto un contributo per uno dei seguenti bandi: Fai Credito 2020, Credito Ora 2021, Fai Credito Rilancio 2021 e Bando Fai Credito Rilancio 2022.


La dotazione finanziaria complessivamente stanziata è pari a 735.000 euro (salvo successive integrazioni), di cui 400.000 destinati alle Camere di Commercio di Milano, Monza Brianza Lodi e Brescia. Le risorse verranno assegnate in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande.


La misura prevede un contributo in conto abbattimento tassi di interesse per le imprese che stipulino un contratto di finanziamento con un istituto di credito (banche), e/o un Confidi, per operazioni di investimento volte all'acquisto di macchinari, attrezzature, impianti e, più in generale, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali. I beni dovranno essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per "impianti e macchinari", "attrezzature industriali e commerciali" e "altri beni strumentali" ovvero spese classificabili nell'attivo dello stato patrimoniale, oltre ai già citati software e tecnologie digitali. Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti”.


Gli investimenti dovranno soddisfare i seguenti requisiti:

  • autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito; 

  • correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa.

Per tali interventi occorrerà indicare nel contratto di finanziamento l’oggetto dell’intervento come ad esempio “investimento per acquisto macchinari…”, inoltre dovranno essere giustificati dalle fatture quietanziate comprovanti l’acquisto.


Le imprese che selezionano Milano o Monza e Brianza o Lodi come provincia sede dell’intervento, saranno tenute ad eseguire il test gratuito di autovalutazione della propria situazione economico-finanziaria. Il test potrà essere effettuato prima dell’invio della domanda di contributo o successivamente all’invio ma in ogni caso prima della liquidazione del contributo.


Il contratto di finanziamento agevolabile con data di stipula a partire dal 25 maggio 2022 dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • Valore minimo agevolabile di 10.000 euro;

  • Valore massimo agevolabile di 150.000 euro;

  • Tasso massimo agevolabile: TAEG 3%;

  • Durata minima e massima del finanziamento limite agevolabile: da 12 a 72 mesi di cui massimo 24 mesi di preammortamento;

  • Contributo massimo erogabile: 10.000 euro più eventuali 1.000 euro in caso di garanzia di un Confidi, a parziale copertura dei costi di garanzia (50%).

Saranno ammissibili esclusivamente finanziamenti con un tasso applicato nel limite massimo del 5% (TAN) e saranno agevolati finanziamenti fino ad un importo massimo di 150.000 euro anche nel caso in cui si presentino finanziamenti di importi superiori. Qualora il TAEG attribuito al finanziamento risultasse pari o inferiore al tasso di abbattimento applicabile, si procederà all'abbattimento totale del tasso d'interesse.


Ogni impresa potrà presentare una sola domanda relativa ad un solo contratto di finanziamento e non saranno ammesse le rinegoziazioni di contratti già in essere.


Le domande potranno essere presentate esclusivamente per via telematica a partire dalle ore 11:00 del 25 maggio 2022 fino alle ore 17:00 del 30 novembre 2022 salvo esaurimento dei fondi a disposizione. L'assegnazione del contributo avverrà attraverso procedura a sportello secondo l'ordine cronologico di invio, fino all'esaurimento delle risorse ed il procedimento di approvazione si concluderà entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda.


La misura è concessa nel rispetto dei regolamenti de minimis.


Picture: freepik.com

27 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
ZERODUE 2020 HD v0.3.png

NEWS

Feed.PNG
  • Facebook_ID_dgrey
  • Linkedin_ID_dgrey