top of page
Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • Immagine del redattoreZERODUE

NUOVO REGOLAMENTO "DE MINIMIS" - AUMENTO DELLA SOGLIA MASSIMA A 300.000 EURO

La Commissione Europea ha recentemente pubblicato il nuovo Regolamento "de minimis" valido per il settennato 2024-2030 (Reg. UE n. 2023/2831) con l'obiettivo di promuovere lo sviluppo delle piccole e medie imprese garantendo al contempo un utilizzo corretto ed equo degli aiuti di Stato.


Il provvedimento, in vigore a partire dal 1° gennaio 2024, introduce alcune novità rispetto al Regolamento che andrà a sostituire (Reg. UE n. 1407/2013), la più importante delle quali risulta essere l'aumento del massimale per "impresa unica" dagli attuali 200.000 euro a 300.000 euro, sempre rispetto agli ultimi tre esercizi finanziari.


Il nuovo Regolamento introduce inoltre l'obbligo, per gli Stati membri, di registrare gli aiuti de minimis in un registro centrale istituito a livello nazionale o comunitario a partire dal 1° gennaio 2026 (con l'obiettivo ultimo di ridurre gli oneri di rendicontazione da parte delle imprese ed aumentare la trasparenza e la tracciabilità degli aiuti) e stabilisce criteri più chiari e specifici per l'assegnazione degli aiuti, al fine di garantire una maggior equita nelle fasi istruttorie.


Rimangono invariate le principali caratteristiche della misura ovvero:


  • applicabilità sia alle PMI che alle grandi imprese;

  • periodo di tre anni da valutare su base mobile (in attesa di chiarimenti ufficiali sulle nuove modalità di calcolo del triennio);

  • aiuti “de minimis" considerati concessi nel momento in cui all’impresa è accordato, a norma del regime giuridico nazionale applicabile, il diritto di ricevere gli aiuti, indipendentemente dall'effettiva data di erogazione di detti aiuti all’impresa;

  • necessità di procedere al calcolo dei vari plafond "de minimis" non solo della singola azienda ma dell'eventuale gruppo aziendale nella quale risulta inserita come impresa unica.


Come di consueto il regolamento non si applica ai settori della produzione primaria (es. prodotti agricoli, pesca ed acquacoltura) per i quali vige una normativa dedicata.



15 visualizzazioni0 commenti

Comments


ZERODUE 2020 HD v0.2.png
  • Rss Icon_Red
  • Facebook Icon Dark
  • Linkedin Icon Dark
bottom of page