top of page
Home   >   News - Blog   > Post
POST
  • Immagine del redattoreZERODUE

REGIONE LOMBARDA - BANDO BREVETTI 2023

Regione Lombardia promuove la nuova misura "Brevetti 2023", attivata nell'ambito dell'azione di "Sviluppo e tutela della capacità innovativa del sistema delle imprese", con lo scopo di sostenere le micro, piccole e medie imprese (o liberi professionisti) lombarde nell'ottenimento di nuovi brevetti europei e internazionali, o estensioni degli stessi a livello europeo o internazionale, relativamente ad invenzioni industriali, al fine di promuovere la capacità innovativa del sistema economico lombardo tutelandone il patrimonio di proprietà intellettuale.


In particolare, gli interventi brevettati dovranno avere ricadute in Lombardia ed essere esclusivamente relativi a invenzioni industriali che portino un valore aggiunto in almeno una delle 92 priorità che declinano le 27 macro-tematiche della Strategia di Specializzazione Intelligente per la Ricerca e l'Innovazione di Regione Lombardia "S3" 2021-2027.


Gli interventi dovranno essere rispettivamente:

  • nel caso di nuovi brevetti: depositati tramite presentazione di domanda diretta europea all’European Patent Office - EPO (ammissibile anche se finalizzato alla nuova procedura di convalida di brevetto europeo con effetto unitario entrato in vigore il 1° giugno 2023) o domanda diretta internazionale al World Intellectual Property Organization - WIPO;

  • nel caso di estensioni delle domande: presentate precedentemente all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) e successivamente estese presso EPO o WIPO.

Potranno presentare domanda di partecipazione le PMI regolarmente costituite, attive ed iscritte nel Registro delle Imprese al momento della presentazione della domanda. Potranno inoltre presentare domanda i liberi professionisti dotati di partita IVA. I soggetti richiedenti dovranno avere sede legale e/o operativa (o un domicilio professionale) in Lombardia al momento della presentazione della domanda, oppure impegnarsi a costituire una sede (legale o operativa) o un domicilio professionale in Lombardia entro i termini per la presentazione della rendicontazione finale.


Ogni soggetto richiedente potrà presentare una o più domande di partecipazione nel rispetto del massimale de minimis.


La dotazione finanziaria messa e complessivamente a disposizione è pari a 2,5 milioni di euro, suscettibile di aumento in base alla disponibilità di ulteriori risorse.


L'agevolazione si configura sotto forma di un contributo a fondo perduto di somma forfettaria pari ai seguenti importi sulla base della differente tipologia di brevetto:

  • Nuovo brevetto/estensione di brevetto europeo: costo ammissibile (su base forfettaria) 7.100 euro; contributo concedibile di importo fisso pari all'80% dei costi forfettari 5.680 euro. Per coloro che usufruiscono di una certificazione ambientale e/o energetica e/o di processo o prodotto il contributo sale al 90% (6.390 euro);

  • Nuovo brevetto/estensione di brevetto internazionale: costo ammissibile (su base forfettaria) 9.000 euro; contributo concedibile di importo fisso pari all'80% dei costi forfettari 7.200 euro. Anche in questo caso il contributo sale al 90% (8.100 euro) per coloro che acquisiscono certificazioni ambientali, energetiche e/o di processo o prodotto.

Saranno ammissibili i progetti che prevedono le attività funzionali al deposito di domande di brevetto di un'invenzione industriale a livello europeo o internazionale o estensione di domande precedentemente depositate presso l'UIBM e successivamente estese a EPO/WIPO fino all'ottenimento di un rapporto di ricerca da parte dell'organo competente.


Riguardo ai termini, la nuova domanda di brevetto (o l'estensione) dovrà essere depositata presso l'EPO o WIPO dal 25 settembre 2023. Nel caso dell'estensione la domanda dovrà inoltre essere stata depositata presso lo UIBM entro i 12 mesi antecedenti, ossia dal 25 settembre 2022.


La conclusione dell'iter brevettuale (relativo a tutti i brevetti ricompresi nella domanda ammessa) dovrà essere rendicontata entro il termine di 24 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione sul bollettino ufficiale regionale, fatta salva la possibilità di proroga fino ad un massimo di 6 mesi aggiuntivi.


Il titolare del brevetto oggetto della domanda di partecipazione al bando dovrà coincidere con il soggetto richiedente ma si considera ammissibile la titolarità condivisa tra il soggetto richiedente ed un organismo di ricerca pubblico.


La domanda di partecipazione potrà essere presentata esclusivamente online, sulla piattaforma messa a disposizione dall'Ente, a partire dalle ore 10:30 del 25 gennaio 2024.


Il bando sarà attuato attraverso procedimento valutativo a sportello, secondo l'ordine cronologico di ricezione delle domande, e rimarrà aperto fino ad esaurimento della dotazione finanziaria e comunque entro e non oltre le ore 12:00 del 26 luglio 2024.


Le agevolazioni verranno concesse alle condizioni e nei limiti previsti dal regolamento "de minimis".



14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


ZERODUE 2020 HD v0.2.png
  • Rss Icon_Red
  • Facebook Icon Dark
  • Linkedin Icon Dark
bottom of page